VS Collective: svelare la nuova partnership inclusiva di Victoria’s Secret

Sono la taglia più grande in quasi tutto il segreto di Victoria vende. Sono un 10/12 nell’abbigliamento, quindi mi riferisco principalmente alle loro collezioni di lingerie, sonno, sport e lounge: sono un 34F, e mentre le loro offerte di band salgono a un notevole 44, le loro taglie di coppe si fermano con il mio. È importante per me sottolineare che sono una taglia più piccola della donna americana media, quindi per molte ragioni, quanto sopra semplicemente non va bene. Tuttavia, il marchio ha un piccolo posto strano nel mio cuore, pieno di ricordi di quando ho speso quei pochi soldi che aveva ai saldi semestrali, ridendo con i miei amici di biancheria intima di pizzo da ragazzo mentre camminavamo nel centro commerciale locale con il rosa borse a righe e Frappucino Starbucks in mano.

So di non essere l’unico che è cresciuto ipnotizzato da Victoria’s Secret, solo per sentirsi stordito con l’età. Sono stati due anni difficili per il marchio, che ha affrontato di tutto, dai commenti grassofobici e transfobici dell’ex CMO Ed Razek alla fine dell’iconico Victoria’s Secret Fashion Show fino al recente rilancio dei costumi da bagno, con immagini della campagna con modelli plus size e zero opzioni per taglie forti. Il marchio spera indubbiamente di lasciare questi scandali nel passato, ma è importante riconoscerli mentre tentano di iniziare un nuovo capitolo.

L’unico modo in cui il vero cambiamento avverrà è se questi problemi evidenti vengono riconosciuti e appresi, invece che ignorati e dimenticati. Per questo motivo, è importante che scrittori come me continuino a parlarne e ritengano VS responsabile.

A volte, Victoria’s Secret si è sentito difficile da sostenere. Impossibile, persino. Sembrava che un ritorno fosse fuori discussione. Ma piuttosto che gridare a squarciagola sui cambiamenti a venire, sembra che il “segreto” di Victoria abbia riguardato il reimparare silenziosamente come raggiungere il pubblico desiderato. E con il lancio di VS Collective, sperano di fare proprio questo.

Per gentile concessione di Victoria’s Secret.

Il VS Collettivo è una nuova partnership che il marchio spera non solo avrà un impatto positivo sulle donne di tutto il mondo, ma le riporterà anche nelle grazie degli acquirenti. “A Victoria’s Secret, stiamo intraprendendo un incredibile viaggio per diventare il principale sostenitore delle donne al mondo”, ha dichiarato Martin Waters, amministratore delegato, in un comunicato stampa. “Questo è un cambiamento drammatico per il nostro marchio, ed è un cambiamento che abbracciamo dal nostro nucleo. Queste nuove iniziative sono solo l’inizio. Siamo energizzati e umiliati dal lavoro che ci aspetta”.

Un cambiamento davvero drammatico, e nel modo migliore. I dubbiosi potrebbero essere influenzati dopo aver visto la formazione VS Collective, con nomi che frantumano il soffitto di vetro da Megan Rapinoe a Paloma Elsesser. Insieme a Rapinoe ed Elsesser ci sono le seguenti donne degne di nota: Adut Akech, Eileen Gu, Amanda de Cadenet, Valentina Sampaio e Priyanka Chopra Jonas.

Da quanto sopra, possiamo aspettarci un podcast (ospitato da de Cadenet) in cui ciascuna delle donne entrerà nei dettagli condividendo le proprie storie. Martha Pease, Chief Marketing Officer di VS, prevede che la serie consentirà al marchio di connettersi con donne reali come mai prima d’ora.

“Con The VS Collective, stiamo creando una piattaforma che costruirà nuove e più profonde relazioni con tutte le donne. Attraverso una serie di collaborazioni, partnership commerciali e iniziative legate alla causa, stiamo portando nuove dimensioni alla nostra esperienza del marchio”, ha affermato Pease in un comunicato stampa. “Sposando l’energia, la creatività e le prospettive dei nostri nuovi partner con la nostra rete e le nostre dimensioni, possiamo trasformare il modo in cui ci connettiamo e ci presentiamo per le donne”.

Possiamo trasformare il modo in cui ci connettiamo e ci presentiamo per le donne.

In concomitanza con il debutto del VS Collective, il marchio ha un’altra entusiasmante partnership da annunciare: il Victoria’s Secret Global Fund for Women’s Cancers. Creato insieme al partner di lunga data Pelotonia, il fondo sosterrà programmi di ricerca volti a esplorare trattamenti e cure per i tumori delle donne e ad investire nella prossima generazione di scienziate. VS si impegna a concedere e assegnare almeno $ 5 milioni all’anno.

Gli scettici siano dannati; sarebbe sciocco anche per il più appassionato degli oppositori di VS non riconoscere quella che è ovviamente una crescita positiva. Lentamente ma inesorabilmente, il marchio è intenzionato a ricostruire una reputazione di cui essere orgoglioso, e con il VS Collective in prima linea in questo movimento, sono personalmente entusiasta di vederli continuare a migliorare. Oltre all’aumento delle taglie, ovviamente, una partnership che celebra tutte le donne avrà successo solo quando tutti le donne possono acquistare dal marchio.

Una partnership che celebra tutte le donne avrà successo solo quando tutte le donne potranno acquistare dal marchio.

Di tutte le dichiarazioni dei membri del VS Collective, quella di Rapinoe è quella che mi dà più speranza. “Così spesso mi sono sentita fuori a guardare i marchi nel settore della bellezza e della moda, e sono entusiasta di creare uno spazio che vede il vero spettro di TUTTE le donne”, condivide. “Credo nel potere dell’autenticità e della comunità e sono entusiasta di mostrare cosa si può fare attraverso The VS Collective”.

Come sanno Rapinoe e Victoria’s Secret, stiamo tutti aspettando, con la speranza nel cuore, di vedere il marchio offrire esattamente questo.

Newsletter StyleCaster

About

Check Also

I segni zodiacali più intelligenti: quali sono i nerd segreti?

Scorri per vedere altre immagini Se sei un frequentatore abituale di una biblioteca, un detentore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!