Perché il principe Filippo non era un re? Titolo del principe consorte spiegato

Quando il principe Filippo morì nell’aprile 2021, la sua morte segnò la scomparsa della consorte reale britannica più longeva nella storia della nazione. Ma una domanda che molti avevano al momento della sua morte era perché il principe Filippo non fosse un re, nonostante fosse sposato con la regina Elisabetta II da oltre 70 anni? La risposta ha a che fare con una sorprendente tradizione reale.

Molto prima della morte del principe Filippo, all’età di 99 anni, gli furono conferiti i titoli di duca di Edimburgo, conte di Merioneth e barone di Greenwich in occasione del suo matrimonio con la regina Elisabetta II nel 1947, ma non fu nominato re. In effetti, il Duca di Ferro non ricevette subito nemmeno il titolo di Principe Consorte, una designazione data alla sposa di una donna monarca regnante. Fu solo nel 1957, quasi cinque anni dopo l’incoronazione della regina, quando fu nominato principe ufficiale del Regno Unito. La regina lo nominò principe consorte in una dichiarazione rilasciata da Buckingham Palace nel febbraio di quell’anno, che diceva:

“La regina è stata lieta delle lettere di brevetto sotto il Grande Sigillo del Regno recante data 22 febbraio 1957, per dare e concedere a Sua Altezza Reale il Duca di Edimburgo, KG, KT, GBE, lo stile e la dignità titolare di un principe del Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord, Whitehall “, iniziò il brevetto delle lettere, come da Cittadina di campagna. Continuava: “La regina è stata lieta di dichiarare la sua volontà e il piacere che Sua Altezza Reale il Duca di Edimburgo d’ora in poi sarà conosciuta come Sua Altezza Reale il Principe Filippo, Duca di Edimburgo”.

Quindi, se la regina poteva nominare suo marito principe britannico, perché non poteva dargli il titolo di re consorte? Tutto si riduce a un tecnicismo regale, per gentile concessione del … patriarcato. Mentre qualsiasi coniuge di un re o di una regina al potere viene chiamato consorte, è solo la moglie di un re che ottiene il titolo di regina consorte come una sorta di gesto simbolico. Ad esempio, è probabile che la duchessa Kate Middleton assumerà il titolo di regina Caterina quando suo marito, il principe William, diventerà re, ma questo non la rende una monarca al potere.

Nel frattempo, i mariti delle regine vengono chiamati Principe Consorte invece che Re Consorte. Ciò è dovuto a una tradizione reale che impone che chiunque abbia il titolo di re sarebbe il monarca regnante, quindi affinché la regina Elisabetta II rimanga la reale in carica, suo marito non può essere re. Visto che anche il principe Filippo non era in alcun modo in linea per il trono, rimase invece il suo rispettoso principe consorte fino al giorno in cui passò.

Immagine: per gentile concessione di Atria Books.

Per ulteriori informazioni sulla vita del principe Filippo, dai un’occhiata alla biografia di Ingrid Seward sul duca di Edimburgo, Il principe Filippo ha rivelato, Seward, un editore di una rivista Majesty che ha seguito per decenni la famiglia reale britannica, svela l ‘”enigma” noto come Principe Filippo. Dalla sua prima infanzia a Parigi e dalla battaglia di sua madre contro la schizofrenia al servizio militare nella seconda guerra mondiale, Seward copre argomenti che molti seguaci reali potrebbero non conoscere o non aver visto. La corona. Il libro discute anche di come il principe Filippo fosse “inizialmente diffidato” dalla corte reale prima di trovare il suo posto a Buckingham Palace.

La nostra missione in STYLECASTER è portare lo stile alle persone e presentiamo solo prodotti che pensiamo ti piaceranno tanto quanto noi. Tieni presente che se acquisti qualcosa facendo clic su un collegamento all’interno di questa storia, potremmo ricevere una piccola commissione sulla vendita.

Nuova newsletter di intrattenimento

About

Check Also

Abito da tennis Alo Yoga di Kendall Jenner: acquista il suo look ora

ICYMI, la preparazione per il country club è ufficialmente un’estetica di tendenza per l’estate 2021, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!