Alexi McCammond e Teen Vogue: chi diventa caporedattore?

Alexi McCammond ha ottenuto un lavoro da sogno: redattore capo di Teen Vogue, una rivista di moda idolatrata che molti di noi sono cresciuti registrando sulle pareti della nostra camera da letto. Nella sua versione del 2021, la pubblicazione ora digitale è apprezzata per il suo contenuto inclusivo e progressivo che spazia dalla politica del Titolo IX alle raccolte primaverili. A soli 27 anni, McCammond sarebbe stata una delle più giovani direttrici in capo della storia di Condé Nast e, come donna nera, una delle poche persone di colore per occupare il posto di lavoro più alto. Ma poco dopo che la compagnia ha annunciato la sua nomina, la favola si è prontamente conclusa.

Ne seguì un torrente di indignazione per una sfilza di McCammond osservazioni precedenti: Nel 2011, il reporter di Axios ha twittato battute razziste come “Adesso cercate su Google come non svegliarvi con gli occhi gonfi e asiatici”, usando anche “gay” e “omo” come insulti. I tweet hanno suscitato critiche per la prima volta nel 2019, il che ha spinto un scuse da McCammond, e rapidamente riemerse non appena l’annuncio di Condé Nast è stato reso pubblico. Immediatamente, l’assunzione di McCammond è stata accolta con un rapido contraccolpo da parte del personale di Teen Vogue, lettori e il pubblico in generale.

Alla luce del terrificante aumento dei crimini d’odio anti-asiatici e degli attacchi violenti alla comunità dopo la pandemia, l’assunzione è stata particolarmente irritante. Con il suo futuro personale che rilasciava una dichiarazione di disapprovazione per la sua nomina, tutti gli occhi erano puntati su McCammond per fare ammenda. Ha instagrammato una dichiarazione dattiloscritta che è stata timbrata con l’approvazione della direzione di Condé Nast. Molti si sono offesi al scuse ha offerto, incentrato sulla sua esperienza e trovata egoista e disonesta. McCammond ha detto ai seguaci che “questa settimana è stata una delle settimane più difficili di [her] vita.”

È emersa una domanda: possiamo abbracciare una giornalista giovane e motivata con commenti razzisti sgradevoli alle spalle come leader di pensiero riformato? Per molti non è stato facile perdonare e dimenticare.

“[Alexi’s] Le scuse scialbe sembrano uno schiaffo in faccia durante un periodo già ansioso e doloroso per gli asiatici in questo paese “, dice la giornalista e autrice Melissa Magsaysay. “C’è un problema molto reale con la violenza anti-asiatica e i crimini d’odio in tutto il mondo in questo momento. Le persone muoiono e vengono ferite ogni giorno. Alexi, Teen Vogue e Condé Nast devono fare molto di più che rilasciare una dichiarazione generica prodotta da un collaboratore delle risorse umane “.

Gestione Condé Nast (inclusi Voga il caporedattore Anna Wintour) era a conoscenza dei tweet di McCammond quando l’hanno assunta e hanno tenuto fede alla loro decisione all’inizio dell’assalto. Il raddoppio della gestione di Condé è stato accolto con una revisione critica. “Elevandola [McCammond] questa posizione sta dicendo alla prossima generazione che questo comportamento è OK e non lo è. Si tratta di responsabilità. Se sei razzista da adolescente, non dovresti essere il prossimo Teen Vogue editore ” dice il fotografo di moda e celebrità Yu Tsai, che ha realizzato innumerevoli copertine per i titoli di Condé Nast, tra cui Voga e Teen Vogue.

Tsai si unisce a un numero immutabile di voci che hanno brandito le loro piattaforme per prendere posizione contro il gigante dell’editoria.

“Consentendo a McCammond di rimanere come EIC presso Teen Vogue, Condé Nast sta dimostrando che si battono per l’attivismo solo quando è vantaggioso per loro e solo quando possono trarne profitto. Nega ogni precedente presa di posizione riguardo all’elevazione di voci diverse ”, afferma l’attore e intrattenitore Daniel Nguyen. Amati celebrità makeup artist Daniel Martin, i cui clienti includono Meghan Markle, non ha esitato a condividere questo pensiero in merito: “Ho sparato con Teen Vogue sin dal suo inizio e ho fatto sapere ai miei agenti che finché McCammond dirige la rivista, non contribuirò più all’editoriale. In quanto maschio asiatico gay, non dimenticherò le sue parole “.

Poi è arrivato il contraccolpo dai principali inserzionisti come Ulta Beauty e Burt’s Bees, che hanno scelto di ritirare i loro accordi Teen Vogue. Martin ha applaudito l’audace mossa di Ulta di mettere in pausa i dollari pubblicitari a sette cifre per mostrare la loro disapprovazione per questa specifica assunzione. “Non contribuirò con la mia arte, il mio tempo o la mia voce a un’istituzione che non rappresenta i miei valori”, aggiunge. “È davvero un peccato che qualcuno che è così intelligente possa essere anche così ignorante. Non credo nella cultura dell’annullamento, ma spero che si prenda il tempo necessario per comprendere la nostra comunità e utilizzare la sua piattaforma ora più ampia per essere un alleato migliore “.

I grandi battitori all’interno del regno dell’editoria fecero eco a questi ripudio di McCammond. Ex Teen Vogue Il caporedattore Elaine Welteroth è apparso su The Talk della CBS per condannare le azioni passate di McCammond. “I suoi tweet e i sentimenti dietro di loro erano razzisti, ripugnanti e indifendibili, punto”, ha detto il professionista dei media. “Dobbiamo parlare.” E parlare è esattamente ciò che fanno così tanti leader sfacciati in nome della giustizia razziale.

I tweet di McCammond sono stati scritti quando era un’adolescente, ma i loro sentimenti continuano a causare danni. “Sebbene i tweet di Alexi McCammond risalgano a anni fa, hanno innescato quella sensazione di angoscia e disperazione che molti dei miei fratelli e sorelle AAPI hanno sopportato quando qualcuno ha preso in giro i nostri occhi, la nostra eredità e ci ha ricordato che non apparteniamo a questo posto “, Spiega la personalità dei media XiXi Yang. L’appassionata diatriba di Yang sulle scuse di McCammond ha suscitato discussioni dilaganti e ha consentito a innumerevoli altri di cimentarsi con le proprie convinzioni etiche, indipendentemente dal colore.

“In un momento in cui i membri della nostra comunità AAPI sono vittime del più alto livello di crimini ispirati dall’odio da una costa all’altra, ho poca fiducia che [Alexi] volontà mai sii nostro alleato a questo punto. Come può qualcuno che ha una reazione così viscerale nei confronti degli asiatici guidare una pubblicazione importante che afferma di spingere per l’inclusione di tutte le razze in questo giorno ed età? ” sfida Yang.

La decisione di assumere McCammond ha aperto vecchie ferite e indignazione, mettendo due gruppi di minoranza l’uno contro l’altro in un momento in cui tutti abbiamo bisogno di così tanta guarigione. Difendere chi ci assomiglia è facile. Essere coerenti con le nostre opinioni anche quando si applica a qualcuno con cui non siamo d’accordo è una sfida “, spiega Sharon Smith-Akinsanya, autrice, CEO di Gruppo Rae Mackenzie e fondatore di PeopleOfColorCareers.com.

Il razzismo tra gruppi emarginati ha innescato una guerra razziale di cui molti di noi semplicemente non vogliono far parte ora o in futuro. “In nessuna circostanza ottieni un permesso per essere razzista perché sei una persona di colore”, spiega Randi Bryant, stratega della diversità e dell’inclusione. “Dobbiamo renderci conto che Alexi è il prodotto di una società che è stata costruita sull’idea che più leggera è la pelle di una persona, migliore è la persona. Di conseguenza, le persone di colore sono messe in una posizione di avversari, cercando di essere la minoranza più lodata “.

È una situazione carica di apparentemente senza via d’uscita. Come possono McCammond – e chiunque abbia una storia di osservazioni razziste – lavorare per la redenzione con le comunità che hanno ferito? Siamo tutti in debito con le persone che eravamo da adolescenti o c’è un modo per fare veramente ammenda?

“Dobbiamo tutti riconoscere che siamo stati cresciuti con il razzismo sistemico. Siamo tutti colpiti e dobbiamo lavorare consapevolmente contro il fare e il dire cose razziste “, afferma Bryant. “Alexi ha bisogno di chiedere alla comunità asiatica cosa li farebbe sentire come se non fosse solo dispiaciuta per quello che ha detto; ma che si è impegnata a fare meglio. Le sue dichiarazioni erano pubbliche, anche il suo viaggio per migliorare deve essere pubblico.

L’esperto di diversità e architetto culturale Dr. Kerry Mitchell Brown, fondatore e preside di KMB, esorta le persone in ruoli di leadership a essere attivamente anti-razziste. “Usa il tuo posizione per garantire che la tua organizzazione affronti il ​​razzismo a testa alta e lavori per aumentare la brillantezza, la bellezza, le innovazioni e il contributo degli asiatici e di altre persone di colore per sfidare la saggezza convenzionale e gli stereotipi che ci trattengono tutti “. Brown fa un punto importante. Più a lungo nutriamo sentimenti di rabbia e divisione l’uno verso l’altro, meno opportunità di avanzamento e lungimiranza creiamo per tutti.

Abbiamo ancora molto da imparare gli uni dagli altri, ma una cosa si è dimostrata vera durante questo doloroso esercizio di esplorazione di ferite cariche di razza: solo perché hai toccato il fondo non significa che devi rimanere lì. A partire dal 18 marzo, McCammond e Teen Vogue ha concluso il suo contratto di lavoro. “Dopo aver parlato con Alexi questa mattina, abbiamo convenuto che era meglio separarsi, in modo da non mettere in ombra l’importante lavoro in corso a Teen Vogue “, ha scritto il dirigente Stan Duncan in un e-mail ottenuta da New York Times. Da parte sua, McCammond ha affermato che “i tweet precedenti hanno messo in ombra il lavoro che ho svolto per evidenziare le persone e le questioni a cui tengo”. Se McCammond persegua effettivamente il lavoro di essere antirazzista dipende da lei, ma Teen Vogue ora ha l’opportunità di trovare un leader che incarni i valori dichiarati del marchio.

About

Check Also

Reazioni della famiglia reale alla morte del principe Filippo: il principe Harry, Meghan

Dicendo addio. I membri della famiglia reale hanno reagito alla morte del principe Filippo con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!